Il Reg. (UE) 508/2014 relativo al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e della Pesca prevede all'articolo 119 le norme di informazione e pubblicità per dare maggiore trasparenza all'utilizzo dei fondi a disposizione.

L'Allegato V del medesimo regolamento riporta le informazioni che devono essere riportate nell'elenco degli interventi.

Con decreto del dirigente n.1778 del 13 aprile 2017 è stata approvata la modulistica denominata “Registro delle operazioni colturali e di magazzino” che è composta da diverse schede che devono essere compilate, firmate e tenute da parte del responsabile dell’azienda e (ove presente) dal suo delegato. La modulistica, cartacea o informatica, già in uso presso le aziende agricole, ove preveda l’annotazione di tutte le informazioni previste nel “Registro delle operazioni colturali e di magazzino”, è ammissibile dalla Regione e costituisce a tutti gli effetti il Registro in questione.

Chi deve tenere il registro?
I beneficiari della misura 10.1.A “Adesione ai principi della produzione integrata” del PSR 2014-2020 e chi aderisce al Sistema Nazionale Qualità Produzione Integrata (SQNPI) devono compilare tutte le schede del registro. I beneficiari della misura 10.1.B “Interventi su prati, prati-pascoli e pascoli” del PSR 2014-2020 devono compilare e conservare solo alcune schede del registro. Tutti coloro che devono sottostare solo alle norme di Condizionalità (ad es. misura 13) e non richiedono i premi delle misure agroambientali del PSR 2014-2020, né aderiscono al SQNPI, devono compilare e conservare le sole schede A e RT-condizionalità. La tenuta del registro e la sua corretta conservazione sono a carico del titolare dell’azienda agricola o dell'utilizzatore dei prodotti fitosanitari. Tutti gli interventi devono essere registrati entro massimo 30 giorni dalla loro esecuzione.

Come si compilano le schede e che validità hanno?
E’ necessario scaricare le schede e compilarle seguendo le modalità di compilazione dettagliate nel documento “Indicazioni per la compilazione del registro”. Il Registro delle operazioni colturali e di magazzino ha validità annuale: per ogni anno di impegno deve esserne compilato uno e deve essere conservato presso l’azienda insieme ai documenti fiscali e ai moduli d’acquisto dei prodotti fitosanitari.

Modulistica:


Dal 15 maggio 2019 è operativo il software “Registro delle operazioni colturali e di magazzino” realizzato per permettere l'informatizzazione del registro approvato con il decreto n.1778 del 13 aprile 2017.

Lo strumento è rappresentato da un'applicazione web gestionale disponibile online all'indirizzo: sia.regione.liguria.it
Nella pagina iniziale è possibile effettuare il login, se in possesso delle credenziali, oppure registrarsi cliccando sul pulsante apposito. Per la richiesta delle credenziali di accesso è necessario scaricare dal link sottostante il “Modulo di richiesta credenziali”, compilarlo e allegarlo insieme alla copia del documento d’identità in corso di validità e del codice fiscale o tesserino sanitario nell’apposita sezione indicata nel registro.

Per gli utenti che agiscono tramite delega del rappresentante legale dell’azienda è necessario anche scaricare dal link sottostante il “Modulo di delega”, compilarlo e allegarlo nell’apposita sezione indicata nel registro.

Le indicazioni e modalità di utilizzo del software “Registro delle operazioni colturali e di magazzino” sono dettagliate nel Manuale operativo.

Qui di seguito è possibile scaricare tutta la documentazione. 

Qui di seguito è possibile scaricare tutta la documentazione. 

Il nostro territorio è in grado di offrire esperienze quali la potatura, la raccolta e la frangitura delle olive al turista sempre più esigente e affamato di nuove conoscenze.

Creare e gestire percorsi che vanno dall’uliveto, al frantoio, all’azienda e magari al museo dell’olio pubblico o privato, organizzando anche “pacchetti” in collaborazione con albergatori, consorzi di tutela e strade di prodotto costituisce, oltre ad un’utilissima azione di valorizzazione del territorio e del nostro prodotto di eccellenza, una importante opportunità di integrazione del reddito.

Le Aziende Agricole olivicole possono proporre un’offerta di turismo esperienziale seguendo le poche regole che sono elencate nell’allegato. In fondo alla pagina trovate tutta la modulistica necessaria a tale attività. 

Qui di seguito è possibile scaricare tutta la documentazione. 

La Regione Liguria, con il Decreto Dirigenziale n. 1862 del 18 ottobre 2018, dà attuazione alla richiesta del Consorzio per la tutela dei vini DOC e IGT della provincia della Spezia per quanto riguarda l'attivazione della misura della riserva vendemmiale dei prodotti atti ad essere designati con la denominazione DOC “CINQUE TERRE” e “CINQUE TERRE SCIACCHETRA”, provenienti dalla vendemmia 2018, in conformità a quanto stabilito all'art. 39 comma 1 della legge 238/2016.

Il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, con nota del 26 giugno 2018, ha trasmesso i dati relativi alle superfici assegnate alle aziende liguri che ne hanno fatto richiesta per l’annualità 2018.

La Regione Liguria con decreto n.310 del 19 luglio 2018, disponibile in allegato, ha ratificato le assegnazioni fatte dal MIPAAF. La pubblicazione di questo decreto sul sito, come specificato nell'atto, ha valore di comunicazione dell'assegnazione ai richiedenti. Poiché il quantitativo assegnato è inferiore al 50% di quanto richiesto, i richiedenti possono rifiutare tale assegnazione entro 10 giorni dalla data di pubblicazione senza incorrere in sanzioni.

L'attuazione della politica e dei programmi di sviluppo rurale sono soggetti a valutazioni che hanno lo scopo di migliorarne qualità, efficienza ed efficacia (artt. 76-78 Reg. UE 1305/2013). La valutazione accompagna il programma in tutte le sue fasi: dall’elaborazione iniziale (ex ante), all’attuazione e alla sua conclusione (ex post). Trattandosi, di un servizio on-going, la valutazione richiede anche lo svolgimento di attività permanenti che si concretizzano nella periodica redazione di report e approfondimenti.

In questa sezione è possibile consultare e scaricare la documentazione prodotta al riguardo.

Pagina 1 di 40
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.