turismo e tempo libero (25)

L'ufficio risorse faunistiche cura le relazioni con il pubblico e svolge tutte le attività connesse al rilascio di autorizzazioni , permessi e licenze di varia natura attinenti all'esercizio dell'attività venatoria e alla pesca:

  • rilascio tesserino regionale per esercizio venatorio
  • disciplina e autorizzazioni per la caccia al cinghiale
  • certificato di abilitazione venatoria
  • corsi di abilitazione per caccia selettiva al cinghiale e agli ungulati
  • autorizzazioni per zone e periodi per l'allenamento ed addestramento e gare di cani
  • detenzione ed uso di richiami vivi per caccia da appostamento
  • autorizzazione alla detenzione del falco ed al suo uso venatorio
  • fondi chiusi - divieto di caccia
  • autorizzazioni allevamenti e detenzione fauna selvatica a scopo alimentare, ripopolamento, ornamentale e amatoriale
  • autorizzazioni per gare cinofile
  • rilascio autorizzazione per l'istituzione di aziende faunistico-venatorie
  • rilascio autorizzazione per l'istituzione di aziende agro-turistiche-venatorie
  • rilascio concessioni per centri privati produzione selvaggina
  • regolamentazione, uso e gestione dei recinti per l'addestramento dei cani da seguito al cinghiale
  • autorizzazioni con regolamento per allenamento cani su beccaccia

Il servizio ha inoltre competenza per la gestione di tutte le attività inerenti la prevenzione ed il risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole, zootecniche e alle altre opere approntate sui terreni coltivati e a pascolo dalla fauna selvatica, in particolare da quella protetta e nell'esercizio dell'attività venatoria.

In riferimento a questa attività l'ufficio:  accetta le domande di richiesta di contributi per opere di prevenzione danni; effettua i sopralluoghi preventivi per installazione opere di prevenzione; effettua i sopralluoghi di verifica di opere di prevenzione installate sui terreni; predispone tutti gli atti per l'erogazione dei contributi per le opere di prevenzione; accetta le domande di risarcimento danni provocati alle produzioni agricole dalla selvaggina;  effettua i sopralluoghi di verifica dei danni;  predispone tutti gli atti per l'erogazione dei risarcimenti dei danni verificati.

A chi è rivolto il servizio

Associazioni Venatorie, Ambientaliste, degli Agricoltori, Parchi Naturali, Nazionali e Regionali;  Ambito Territoriale Caccia (A.T.C. SP);  Organi di Vigilanza; Privati cittadini.

L'ufficio risorse faunistiche cura le relazioni con il pubblico e svolge tutte le attività connesse alla tutela e gestione della fauna selvatica, al rilascio di autorizzazioni, permessi e licenze di varia natura attinenti all'esercizio dell'attività venatoria.

  • regolamentazione dell'attività venatoria e controllo della gestione faunistica degli ambiti territoriali di caccia e del comprensorio alpino
  • rilascio tesserino regionale per esercizio venatorio
  • certificato di abilitazione venatoria
  • disciplina e autorizzazioni per la caccia al cinghiale
  • corsi ed esami di abilitazione per caccia selettiva agli ungulati
  • autorizzazione delle zone per l'allenamento e addestramento cani
  • autorizzazioni per manifestazioni e gare cinofile
  • detenzione ed uso di richiami vivi per caccia da appostamento
  • fondi chiusi - divieto di caccia
  • autorizzazioni allevamenti e detenzione fauna selvatica a scopo alimentare, di ripopolamento, ornamentale e amatoriale
  • autorizzazione alla detenzione del falco ed al suo uso venatorio
  • autorizzazione per l'istituzione di aziende faunistico-venatorie e agri-turistico-venatorie
  • rilascio concessioni per centri privati produzione selvaggina
  • autorizzazioni per allenamento cani su beccaccia e su cinghiale
  • pianificazione del prelievo selettivo degli ungulati
  • piani e programmi di controllo della fauna selvatica
  • interventi per la tutela della fauna selvatica
  • pianificazione faunistico venatoria

Il servizio ha inoltre competenza per il coordinamento, la regolamentazione e la gestione, attraverso apposito Comitato, delle attività inerenti la prevenzione ed il risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole, zootecniche e alle altre opere approntate sui terreni coltivati e a pascolo dalla fauna selvatica.

A chi è rivolto il servizio

Associazioni Venatorie, Ambientaliste, Agricole; Ambiti Territoriali di Caccia e Comprensorio Alpino; Enti locali e Consorzi; Parchi Naturali; Organi di Vigilanza; Privati cittadini.

L'Ufficio Risorse Ittiche si occupa di:

  • tutela e ripristino dalla fauna ittica
  • programmi per lo sviluppo del settore ittiobiologico e ripopolamento ittico delle acque interne
  • elaborazione tecnica della pianificazione di settore (Carta Ittica)
  • disciplina della pesca nelle acque interne
  • rilascio tesserino segna-catture
  • costituzione di zone a regolamentazione speciale, riserve turistiche di pesca
  • autorizzazioni di gare e raduni di pesca
  • tutela dell'idrofauna e dell'ecosistema acquatico
  • rilascio pareri e procedure autorizzative di competenza per esecuzioni di lavori in alveo
  • recupero fauna ittica
  • autorizzazioni al prelievo di fauna acquatica e all'immissione di materiale ittico
  • funzionamento Commissione Tecnico-Consultiva acque interne.

Genova
Largo Cattanei, 3 - 16147 Genova

telefono: 010 549 9801 – 010 549 9644
orario di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30

Imperia
Piazza Roma, 2 – 18100 Imperia

telefono: 010 548 8340
orario di apertura al pubblico:
lunedì e mercoledì, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30

Savona
Corso Italia, 1 – 17100 Savona

telefono: 010 548 8186 - 010 548 8754
orario di apertura al pubblico:
lunedì dalle 8.30 alle 13.00;
martedì dalle 14.30 alle 17.30;
venerdì dalle 8.30 alle 13.00

La Spezia
Via XXIV maggio, 3 – 19124 La Spezia

telefono: 010 548 8970 – 010 548 8971 – 010 548 8974
orario di apertura al pubblico:
lunedì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00;
mercoledì dalle 14.30 alle 17.00;
venerdì dalle 9.00 alle 12.30
Dal 16 agosto al 30 settembre (rilascio dei tesserini venatori), nelle due settimane precedenti l’apertura della pesca dell’ultima domenica di febbraio e nelle due settimane precedenti l’apertura della pesca dell’ultima domenica di marzo è osservato il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Per lo svolgimento delle funzioni amministrative e la pianificazione di settore - e in ogni altro caso ritenuto opportuno - la Regione può avvalersi della consulenza tecnico-scientifica della Commissione tecnico-consultiva regionale, nominata dalla Giunta regionale e composta da:

a) l’Assessore regionale alla pesca o, in caso di assenza o impedimento, un suo delegato con funzioni di Presidente;
b) il responsabile della struttura regionale competente in materia di pesca;
c) un rappresentante del Corpo Forestale dello Stato;
lettera d) abrogata dall'art. 85 della l.r. 10 aprile 2015, n. 15
e) un rappresentante per ciascuna delle associazioni ambientaliste riconosciute a livello nazionale ed operanti nella Regione, designato dalle rispettive associazioni;
f) un rappresentante per ciascuna delle associazioni di pescasportiva riconosciute a livello nazionale e con strutture organizzative operanti in ciascuna delle province liguri, designato dalle rispettive associazioni;
g) un ittiologo d’acqua dolce designato dall’Università di Genova;
h) un rappresentante del Dipartimento Ambiente della Regione Liguria competente in materia di tutela delle acque o biodiversità o suo delegato.

La Commissione ha durata quinquennale e definisce le proprie modalità di funzionamento.
La partecipazione dei componenti alle riunioni della Commissione tecnico – consultiva regionale è gratuita.

Pagina 1 di 3
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.