La Regione Liguria con la delibera di Giunta n.372 del 7 aprile 2008 ha stabilito le "Disposizioni sull'ammissibilità delle spese relative allo sviluppo rurale". Successivamente è stata modificata ed integrata dalle delibere n.1396 del 29 ottobre 2008, n. 317 del 9 febbraio 2010, n.580 del 28 maggio 2010, n.815 del 12 luglio 2011 e n.1262 del 21 ottobre 2011. Si tratta di disposizioni a carattere orizzontale che riguardano tutte le misure del Psr 2007-2013.

Da questa pagina è possibile accedere, nella loro versione definitiva, ai documenti esaminati e discussi nel corso dei vari Comitati di Sorveglianza.

Nella sezione approfondimenti di destra sono elencate, in ordine di data, tutte le convocazioni già effettuate.

Asse 3 - misura 3.2.1. azione c)

Servizi essenziali per l'economia e la popolazione rurale - Infrastrutture per l'accesso alla banda larga

Il Programma regionale di Sviluppo Rurale mette a disposizione oltre 2,3 milioni di euro per il superamento del "digital divide" nelle zone rurali a fallimento di mercato delle province di Savona e Imperia e a completamento degli interventi realizzati nei territori delle province di Genova e della Spezia.
Per digital divide si intende il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione digitale e chi ne è escluso, in modo parziale o totale.
La realizzazione delle infrastrutture necessarie al collegamento in banda larga dei territori interessati avverrà nel pieno rispetto della neutralità tecnologica. Le frazioni dei comuni, segnalate come a fallimento di mercato, sono state individuate da Regione Liguria attraverso consultazione pubblica con la collaborazione delle Amministrazioni locali e degli Operatori delle telecomunicazioni.

Il compito di predisporre il bando di gara europea è stato affidato alla società regionale di informatica Datasiel S.p.a.. Il modello individuato da Regione Liguria, in analogia al bando di gara indetto a valere sul POR FESR 2000-2006, che consente di accelerare procedure e tempi di realizzazione delle infrastrutture pubbliche, permetterà al più tardi entro il 31 dicembre 2014, a cittadini, imprese e Amministrazioni locali, di accedere ai servizi in banda larga.
Nel bando di gara europea vengono fatte confluire sia le risorse finanziarie del PSR (dedicate esclusivamente alle aree rurali) che quelle per le altre aree del POR FESR Liguria, ottenendo l'auspicato sviluppo di efficaci sinergie, l'armonizzazione degli aspetti burocratico-procedurali e l'ottimizzazione dell'utilizzo dei fondi comunitari.

La gara di appalto è stata aggiudicataal raggruppamento temporaneo d'imprese costituito da Uno Communication Spa, Telecom Italia Spa e Siae Microelettronica Spa. La gara è stata curata per conto della Regione dalla Società in-house Datasiel Spa. L'importo aggiudicato ammonta a 9.416.114 di euro di cui 1.932.814 di euro messi a disposizione dalla misura 321 azione C) del Psr. I tempi contrattuali per la realizzazione delle opere sono quantificati in 24 mesi, con scadenza inderogabile del 31 dicembre 2014. Ad integrazione della copertura in Banda larga in aree particolarmente difficili da raggiungere, la Regione Liguria predisporrà nei prossimi mesi un bando a valere sulla misura 321 azione D) per favorire l'acquisto da parte di imprese e altri soggetti privati di kit satellitari (parabole e decorder).

Approfondimenti

  • eLiguria

    Il sito regionale dedicato che contiene il motore di ricerca delle zone coperte.
    www.eliguria.it

  • bandalarga@regione.liguria.it

    L'indirizzo e-mail al quale rivolgersi per informazioni e chiarimenti

 

Molti e diversi sono i motivi per cui la Regione interviene finanziariamente a sostegno della produzione agricola. Tra questi risultano prioritari:

  • sostegno a situazioni o momenti particolarmente difficili che potrebbero danneggiare pesantemente settori e zone colpiti
  • incentivo all'attuazione nel locale di orientamenti generali di programmi nazionali e comunitari

È il caso delle quote latte, dei contributi per la riconversione e la ristrutturazione dei vigneti, degli sgravi fiscali per l'acquisto di terreni e di carburante agricolo, dei finanziamenti per la depurazione delle acque reflue dei frantoi, dei risarcimenti per i danni da calamità naturali e altre forme di agevolazione.

I contributi e i finanziamenti all'agricoltura della Regione Liguria spesso sono a fondo perduto e vogliono incentivare le nuove imprese di giovani agricoltori. Tra i molti programmi regionali che offrono alle aziende importanti opportunità economiche e finanziarie, segnaliamo:

  • Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013
  • Fondo Europeo della Pesca (FEP)
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109 - Privacy

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.