Pesca del rossetto

"Il via libera incassato da Bruxelles in maniera unanime al piano di gestione nazionale per la pesca del rossetto, di cui la Liguria è stata capofila e il cui format è stato poi preso a esempio da altri Paesi come la Spagna, è un primo passo importante, una sfida vinta per tutto il comparto della pesca ligure, ma anche il punto di partenza per raggiungere altri traguardi che restituiscano dignità ai nostri pescatori in quelle attività che fanno parte della tradizione ligure come la pesca al tonno rosso e al pesce spada”.

Sarà quindi possibile esercitare la pesca al rossetto per un periodo di tre anni, fino al 2018, per le 76 barche liguri autorizzate, per il periodo fino al 31 marzo. Appena formalizzata la decisione europea, verranno indicate tempestivamente le modalità applicative per l’esercizio della pesca che potrà comunque riprendere.
“Ora lavoreremo perché la pesca al rossetto esca dal regime di deroga e quindi venga ufficializzata a tutti gli effetti – dichiara l’assessore alla pesca Stefano Mai – il prossimo passo sarà anche quello per la regionalizzazione delle quote nella pesca del tonno rosso, oggi suddivise per Stati in un sistema che penalizza i pescatori liguri”. 

Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.