PSR 2014-2020 – scadenza presentazione domande di pagamento al 30 giugno 2018

PSR 2014-2020

Come già comunicato, la Giunta regionale con deliberazioni n.60 e n.351 del 2018, ha definito condizioni il cui rispetto consente di derogare alla scadenza del 30 giugno 2018 relativamente ai bandi approvati con deliberazioni n.1394/2015 e 612/2018 (misura 4.1), n.1394/2015 e n.1329/2016 (misura 5.2) e n.431/2017 (misura 6.4).

In base alle disposizioni delle citate deliberazioni, non si verifica la decadenza della domanda di sostegno e conseguentemente la revoca della concessione del contributo qualora, entro il termine perentorio del 30 giugno 2018, il beneficiario presenti al Settore Ispettorato Agrario Regionale, in alternativa alla domanda di pagamento del saldo finale, la seguente documentazione:

  1. Per le misure 4.1 e 6.4: un cronoprogramma di completamento dell’intervento e almeno una delle seguenti domande di pagamento relative a:
    • tutti gli acquisti di macchine e attrezzature, siano essi il totale degli investimenti previsti dalla domanda di sostegno o solo una sua parte;
    • uno stato di avanzamento lavori (SAL) corrispondente a un lotto funzionale;
    • un anticipo di importo non inferiore al 25% del sostegno concesso, qualora non sia configurabile un lotto funzionale.
  2. Per la misura 5.2: una richiesta di proroga dei termini per la conclusione dei lavori, corredata obbligatoriamente, pena la non ammissibilità della richiesta di proroga, da:
    • un cronoprogramma di completamento dell’intervento;
    • prova documentale che l’investimento è comunque stato avviato. Questa prova può essere costituita da fatture di acquisto di macchine o altro materiale o servizi che fanno parte dell’investimento ammesso al sostegno, fatture relative alla realizzazione, ancorché parziale, delle opere per le quali è stato concesso il sostegno.

In caso di malfunzionamento dei sistemi informatici del SIAN che, in alcuni specifici casi si è riscontrato non rendono possibile la presentazione delle domande di pagamento, il beneficiario deve, entro e non oltre il 10 luglio 2018, inviare una comunicazione (direttamente o tramite il proprio consulente) tramite PEC, al Settore Ispettorato Agrario Regionale, segnalando la propria situazione.

Si ribadisce che, le domande di pagamento presentate successivamente al 30 giugno, saranno accolte solo ed esclusivamente se il ritardo sarà direttamente ed esclusivamente riconducibile a problemi informatici non dipendenti dalla responsabilità del beneficiario e/o del proprio consulente.

Scarica la circolare PG/2018/182249 del 27giugno 2018 su www.agriligurianet.it

Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.