trasformato

Gambetto di maiale

  • Particolare insaccato ottenuto dalla lavorazione della zampa del maiale. Si presenta di forma triangolare, con dimensioni di 30 x 30 centimetri circa. L'abbinamento ideale è con il castagnaccio o con le verdure lesse. Il gambetto era preparato già nei primi del '900. Nell'alto calicese era un piatto apprezzato dai braccianti agricoli perché nutriente e ricco di calorie: il periodo di macellazione dei maiali coincideva infatti con l'inizio della lavorazione delle terre.

  • Zona di produzione: Calice al Cornoviglio (La Spezia)
  • Lavorazione: Le carni per produrre il gambetto sono rigorosamente parti del maiale: la pelle della zampa è riempita con un impasto ottenuto usando carne della testa, retina, sangue, con l'aggiunta di sale, pepe, cannella e noce moscata. Per la preparazione dell'impasto, si macina la carne e la si mescola a tutti gli ingredienti. Si lega la pelle della zampa a forma di triangolo con spago per insaccati, lasciando una piccola apertura, poi opportunamente chiusa, da dove viene inserito l'impasto. Il tutto si cuoce in pentola di rame, su fuoco a legna per circa tre ore. A questo punto il gambetto va appeso in cantina per la stagionatura e può essere consumato nei trenta giorni successivi.
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.