Archivio notizie - Agriligurianet
Martedì, 11 Giugno 2024

L'editoriale dell'assessore

Il mese di giugno si è aperto con una importante novità, la campagna 2024/2025 dell’Organizzazione Comune del Mercato vitivinicolo per la promozione del vino ligure sui mercati extraeuropei, ci sarà tempo sino al prossimo 10 luglio per presentare le domande di contributo.

Questo intervento, per il quale è prevista una dotazione finanziaria di oltre 230mila euro, è molto attesa dai produttori liguri, sempre più affermati a livello internazionale. In particolare, con questa misura dell’OCM vino, vengono promossi sia progetti regionali che multiregionali ai quali aderiscono produttori della Liguria talvolta anche in qualità di capofila.

Giugno è anche un mese baricentrico per la promozione, entrando nella stagione clou sotto il profilo del marketing territoriale. A tal proposito, abbiamo registrato importanti passi avanti per i Parchi, con riconoscimenti e candidature alla CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree protette): il Parco delle Alpi Liguri ha aderito alla Carta, il Beigua ha depositato la domanda, così come anche quello dell’Antola.

La CETS è uno strumento sviluppato da Europarc Federation (rete delle aree protette europee), che impegna gli attori locali a collaborare e a condividere le azioni chiave per la tutela del patrimonio naturalistico e culturale. Ecco perché occorre continuare su questa strada, progettare e realizzare proposte turistiche sempre più integrate per promuovere ciò che conserviamo e conservare ciò che promuoviamo.

In parallelo continuano le azioni di valorizzazione e monitoraggio della biodiversità della Liguria, con la selezione delle proposte progettuali sulle aree protette da finanziarsi nell’ambito del programma di ricerca del Centro Nazionale della Biodiversità “National Biodiversity Future Center (NBFC)”, con le risorse del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) per un importo complessivo di 440mila euro.

Promuovere il territorio significa sempre più anche incentivarne i servizi: abbiamo recentemente presentato la consegna di 2 autobus e 3 minibus con 5 defibrillatori, 5 avviatori booster e 5 sanificatori per un valore complessivo di 450mila euro di fondi PSR, destinati a prestare servizio nei Comuni di Molini di Triora, Triora, Montalto Carpasio, Bajardo, Ceriana, Pigna e Castelvittorio.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 

Informazioni aggiuntive

  • OCCHIELLO

    Bando OCM Vino - Ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2024/2025

Incrementata la dotazione finanziaria dei bandi aperti recentemente sul PSR 2014-2022 con circa 38 milioni di rifinanziamento per il sostegno all’agricoltura e ai Comuni dell’entroterra, che saranno rendicontabili sino al 2025.

I maggiori incrementi riguarderanno ad esempio il finanziamento di giovani agricoltori, gli investimenti per lo sviluppo delle aziende agricole e della silvicoltura, le infrastrutture per le popolazioni rurali, la prevenzione degli incendi boschivi e gli investimenti nello sviluppo degli agriturismi. L’attività di invio degli atti di concessione sarà immediata e si concluderà entro l’estate. Maggio è anche sinonimo di fiere e saloni agroalimentari.

Penso al successo del primo weekend del mese in cui Diano Marina e il Golfo Dianese sono diventati il palcoscenico dell'11ª edizione di "Aromatica, profumi e sapori della Riviera Ligure”. Stretto tra Albenga (regina delle aromatiche in vaso e da taglio, alimentari e ornamentali, dei carciofi violetti, delle zucchine trombette e del pomodoro cuore di bue) e Imperia (capitale del commercio dell’olio di oliva), il Golfo Dianese è un ampio territorio di produzione, che contribuisce alla vivacità e all’espansione dell’economia agricola ligure. Le eccellenze liguri saranno anche protagoniste a Cibus 22° Salone Internazionale dell’Alimentazione in programma a Parma dal 7 al 10 maggio. Alla rassegna con le più grandi aziende del panorama nazionale ci saranno svariate realtà rappresentative della nostra regione e “Assaggia La Liguria” che promuoverà le DOP liguri.

Dal 10 al 12 maggio sarà anche la volta dell’Italian Oyster Fest, il primo festival italiano dedicato alle ostriche e alla loro filiera produttiva, che torna alla Spezia dopo il successo dell’edizione 2023. Sostenibilità, gusto e accessibilità sono le parole chiave della manifestazione – unica del suo genere in Italia – con un ricco programma di eventi, per approfondire, conoscere e degustare con consapevolezza. La manifestazione porta alla Spezia aziende produttrici da tutta Italia e dall’estero.

Non potevano mancare, infine, vino e olio liguri nell’edizione 2024 di Mare & Mosto domenica 19 e lunedì 20 maggio all’ex Convento dell’Annunziata nella Baia del Silenzio di Sestri Levante. Saranno presenti circa cento produttori a rappresentare le otto denominazioni regionali e una significativa cerchia di produttori di olio extravergine di oliva. Come sempre sarà anche occasione per eleggere il Miglior Sommelier della Liguria 2024, un concorso per premiare il miglior comunicatore del vino e del territorio che potrà di diritto accedere alle semifinali nazionali per il Miglior Sommelier d’Italia.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 

La Liguria e le sue eccellenze vitivinicole tornano protagoniste a Vinitaly 2024, una delle più importanti manifestazioni dedicate al mondo del vino a livello mondiale, in programma dal 14 al 17 aprile a Verona.

Sulla scia degli ottimi risultati ottenuti nel 2023, sarà mantenuto il claim “passione eroica”, a sottolineare lo stand con il classico bancone di degustazione dei vini a denominazione provenienti da tutta la Liguria. Ci sarà anche una apposita zona dedicata, come di consueto, alle postazioni dei produttori che aderiranno.
Lo stand a Vinitaly, realizzato da Regione Liguria, Agenzia “In Liguria” ed Enoteca Regionale della Liguria troverà quest’anno spazio nel padiglione 10 della Fiera di Verona anziché nel padiglione 12 come nel 2023.
Per la prima volta, il nuovo posizionamento permetterà di avere una vera e propria “piazza Liguria”, con lo stand istituzionale che sarà adiacente allo spazio di altre imprese liguri, rafforzando ulteriormente l’immagine del territorio. Le aspettative sono alte per la promozione delle nostre 8 DO e 4 IG, e mirano ad integrare sempre di più le strategie di marketing territoriale unendole attraverso nuove frontiere enoturistiche.
Le premesse per una edizione importante di Vinitaly ci sono tutte.

La stessa vendemmia è molto buona complessivamente sia per qualità che per resa, tanto che ha fatto registrare un +16% rispetto all’anno precedente con la produzione di 5,6 milioni di bottiglie. Ottimo l’export, che secondo gli ultimi dati utili, si attesta su un valore di circa 10,7 milioni di euro, mentre la crescita del valore economico del vino è buona, con un +7%, e vede la Liguria terza in Italia sui dati decennali 2012-2022.

Considerando la dimensione della nostra regione lasciatemi sottolineare, ancora una volta, il lavoro “eroico” svolto ogni giorno dai nostri produttori grazie alla loro passione e all'amore per il territorio.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Informazioni aggiuntive

  • OCCHIELLO

    Catalogo regionale delle conoscenze e delle innovazioni - attive le sottomisure del Psr 2014/2022

Informazioni aggiuntive

  • OCCHIELLO

    Convocazione e audizione per le modifiche del disciplinare della Focaccia di Recco col formaggio IGP

Torna l’atteso Salone dell’Agroalimentare Ligure a Finalborgo, giunto alla 20esima edizione.L’evento, che vede il convinto sostegno di Regione Liguria, sarà allestito a Finalborgo dall’8 al 10 marzo presso il Complesso Monumentale di Santa Caterina e nel Centro Storico.
Tantissimi gli appuntamenti in programma e molto nutrita la presenza di espositori. Si punta a superare il traguardo dello scorso anno, forte di oltre 60mila visitatori e a celebrare i prodotti di qualità con laboratori, degustazioni, convegni, allestimenti a tema, curiosità e materiali multimediali. Il Salone è parte di una grande politica di insieme, che ricomprende i principali eventi di marketing territoriale dedicati al nostro settore.

Con il nuovo piano regionale degli interventi di valorizzazione delle eccellenze del territorio, recentemente approvato in Giunta, abbiamo stanziato 250mila euro per il sostegno economico anche di Liguria Gourmet, dei canali Social, del sito e app #LaMiaLiguria e la promozione di eventi tra cui International Floriculture and Horticulture Trade Fair (IFTF), Fruit Logistica, Euroflora 2025, Vinitaly, OliOliva, OrgOlio Weekend, Liguria da Bere, Mare &Mosto, Premio Vermentino, Granaccia e Rossi di Liguria, Dolcissima Pietra, Festa del Tartufo di Millesimo, Evoè Festival, Italian Oyster Fest, oltre ad altre iniziative di promozione per il settore in generale e per il turismo verde e blu (agriturismo, fattorie didattiche, ittiturismo, pescaturismo).

In questo periodo è stato definito inoltre il periodo di apertura del bando relativo al ripristino dei muretti a secco - un bando molto atteso sul territorio con una disponibilità finanziaria di oltre 9,4 milioni di euro. Le domande di sostegno potranno essere presentate a partire dal 14 marzo e sino al prossimo 23 aprile.
Con l’obiettivo di agevolare il più possibile l’accesso ai fondi, il bando verrà gestito con modalità a sportello. Ogni richiedente potrà fare domanda per quantitativo di muretti non superiore a 200 metri quadri.
Il contributo concedibile è determinato in 73,50 euro al metro quadro di muro ripristinato, corrispondente al 70% del costo standard definito per questo tipo di intervento.
L’istruttoria tecnico-amministrativa avviene secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande di sostegno e gli investimenti, dovranno essere realizzati entro sei mesi dall’atto di concessione rilasciato.

Un’occasione importante per il territorio ligure connotato da oltre 42 mila ettari di terrazzamenti.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il nuovo anno vede l’apertura dei termini per la presentazione al Ministero delle domande per l’autorizzazione al nuovo impianto di vigneti - dal 15 febbraio al 31 marzo in modalità telematica sul portale SIAN (Sistema Informativo Agricolo Nazionale).

Un’altra promessa che abbiamo mantenuto, dopo l’accoglimento della nostra proposta in Commissione Politiche Agricole e la firma ufficiale del Ministro per l’Agricoltura Francesco Lollobrigida con cui viene modificato il decreto del 19 dicembre 2022 aggiornato il 12 dicembre 2023 in tema di norme nazionali sul sistema di autorizzazioni per nuovi impianti.
Con tale decreto siamo passati a 30 ettari per la superficie minima di assegnazione, raddoppiando sostanzialmente il quantitativo che può essere autorizzato per la nostra Regione. Siamo molto soddisfatti di questo percorso andato a buon fine che ha visto la collaborazione costante con le Associazioni di Categoria e gli Assessori delle altre Regioni italiane.

Continua anche l’attenzione alle criticità dell’agricoltura e dell’allevamento a cui cerchiamo di dare risposte sempre più tempestive e complete. Per questo abbiamo approvato i nuovi criteri regionali per la prevenzione e il risarcimento dei danni causati da fauna selvatica alle produzioni agricole, zootecniche, alle strutture produttive, compresi i muretti a secco, sui terreni coltivati e a pascolo.

La novità più significativa riguarda il riconoscimento totale (al 100%) dell’indennizzo per i danni da predazione, calcolato sul valore massimo del Bollettino ISMEA; quindi, per l’importo più alto che la Regione possa attribuire, oltre all’introduzione dell’indennizzo per i capi dispersi e dei danni indiretti alle perdite di produzione, quest’ultimo effettuato sulla base della consistenza della mandria o del gregge al pascolo al momento del danno.

Si rafforzano inoltre le attività di marketing territoriale, a partire dalla presenza della Regione alla famosa BIT (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano sino all’evento più popolare di febbraio, il Festival di Sanremo, in cui si moltiplicano le attività di promozione sia per rimarcare le bellezze del territorio sia l’importanza delle attività produttive come florovivaismo e agroalimentare.

Anche la campagna #Pesto, masterpiece of Liguria, dopo Londra e Sestriere, fa tappa a Sanremo con il mortaio gigante che approda a pochi passi dal Teatro Ariston, sulla spiaggia dell’Arenella. I sapori della Liguria trovano spazio anche a bordo della Costa Smeralda e al Villaggio del Festival.

Le eccellenze del gusto restano infatti tra i principali attrattori del nostro turismo insieme all’outdoor, che nel 2023 ha fatto registrare numeri molto importanti con circa 16 milioni di presenze.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Continua e si rafforza l’impegno sul territorio nel nuovo anno.

Abbiamo approvato - oltre al nuovo piano finanziario per la pesca che passa da oltre 10 milioni della vecchia programmazione agli attuali 12 milioni di euro - la graduatoria definitiva delle domande ammesse a finanziamento per la misura 5.68 dedicata al sostegno contro il caro energetico conseguente al conflitto tra Russia e Ucraina. Le risorse disponibili, per le attività di pesca e acquacoltura, copriranno circa sei mensilità.

La restante parte della compensazione potrà essere impegnata con le risorse FEAMPA (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, per la Pesca e l'Acquacoltura) 2021-2017.
Il totale degli aiuti risulta infatti pari a oltre 2,1 milioni di euro di cui 1 milione di quota UE, 760mila euro di quota Stato e 325mila euro dalla Regione Liguria.

Ci siamo concentrati anche su un’altra ripartizione, quella del FOSMIT 2023 (Fondo per lo sviluppo delle montagne italiane), pari a oltre 5,8 milioni complessivi per la Regione Liguria per l’anno 2024. A seguito delle concertazioni con ANCI e le autonomie locali verranno assegnati circa 2,7 milioni ai Comuni montani e parzialmente montani riservando almeno il 50% dell’importo ad interventi di prevenzione del rischio del dissesto idrogeologico.
Per la quota pari a circa 3 milioni il riparto avverrà privilegiando i Comuni con le più spiccate caratteristiche di montanità e maggiore marginalità territoriale, con una soglia massima di 50mila euro per ciascun Ente beneficiario.

Oltre a questi settori, continuano le misure del Programma di Sviluppo Rurale come vedete nella sezione bandi del sito, e si intensificano le attività di sviluppo.
Basti pensare al nuovo Piano marketing e promozione 2024, curato da Agenzia in Liguria, in cui tanta parte hanno l’agroalimentare, i Parchi, l’outdoor e la sentieristica. Puntiamo anche ad una più marcata stagionalizzazione che riprenda le peculiarità di ogni periodo dell’anno trasformandole in veri punti di forza.

Ci concentriamo maggiormente e doverosamente sui temi e sui ritmi della terra e della natura, dell’uomo e dell’ambiente creando un sistema integrato di organizzazione e promozione delle eccellenze a partire dai food ambassador liguri (le celebri DOP Basilico, Olio, Vino) sino ai prodotti di nicchia.

Altro motore di sviluppo individuato tra gli asset strategici è l’entroterra, che offre la possibilità di effettuare attività all’aperto lungo tutto l’arco dell’anno, tramite una strategia condivisa basata sui bisogni dei viaggiatori e su elementi attrattivi quali tradizioni e senso di continuità. Peculiarità che ben si inseriscono nel rilancio complessivo dei borghi italiani.

Auguro a tutti i lettori di Agriligurianews un 2024 ricco di soddisfazioni e di serenità.

Buona lettura di Agriligurianews

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pagina 1 di 48
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109 - Privacy

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.