prodotto

Patata Quarantina gialla

Giana riunda, Giana de masùn, Franseize, Franseize de Servàesa

  • Tubero irregolare tondo a buccia liscia color crema; pasta a granulosità molto fine, non farinosa, color giallo paglierino; gemme molto profonde , appena rosate alla base; fiore bianco. Maturazione precoce, molto serbevole. Categoria: C.

    La Quarantina gialla è oggi in fase di selezione e moltiplicazione, a cura del Consorzio della Quarantina.

  • Zona di produzione: Genova, Imperia, La Spezia, Savona: Appenino ligure e valli costiere
  • Lavorazione: Pregerminazione dei tuberi a marzo; semina tra marzo e aprile nelle valli interne, e tra maggio e giugno nelle zone sopra gli 800m sul livello del mare. È poco sensibile alla peronospora.
    La raccolta avviene, in media, dopo 100-110 giorni dalla semina.
  • Curiosità: Il nome "Quarantina" si riferisce al modo corrente di definire ole varietà più adatte a cicli colturali brevi, quindi in area montana. L'aggettivo "gialla" si riferisce al colore della pasta.
    Localmente, soprattutto nelle valli Stura e Scrivia, è nota come Giana riunda, per il colore e la forma del tubero. In valle Stura era già coltivata agli inizi del '900. Nel 1999, in provincia di Genova, nasce il Comitato per il recupero della Quarantina bianca genovese, che oggi coltiva e promuove anche la varietà Quarantina gialla.
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.