L'itticoltura in Liguria

L'impianto di itticoltura della Spezia nasce nel 1987 come impianto in-shore per l'allevamento di orate e branzini, in località Punta Pezzino nel golfo delle Grazie a Portovenere. Nel 2004 è stato realizzato il primo lotto di 8 gabbie galleggianti off-shore a due miglia al largo dell'isola Palmaria, nelle acque cristalline delle Cinque Terre.
La produzione è di circa 400 tonnellate annue (orate, branzini e ombrine) che riforniscono esercizi della grande distribuzione oltre ad una capillare rete di vendita regionale.
Vengono effettuate tre pescate settimanali nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì; il prodotto appena pescato viene posto in contenitori con acqua di mare e ghiaccio e portato immediatamente nello stabilimento dove viene incassettato, pesato e spedito ai clienti.

Al largo di Lavagna, nel golfo del Tigullio tra Sestri Levante e Portofino, è stato realizzato nel 2000 il primo impianto di allevamento in mare aperto. La localizzazione dell'impianto, a 2 km dalla costa con vasche ampie e profonde, offre alle specie ittiche allevate spazi di vita ottimali ma soprattutto il rispetto del ciclo vitale di ognuna. L'accrescimento non forzato rispetta il metabolismo dei pesci, seguendo il naturale svolgersi delle stagioni, senza forzature esterne consentendo di ottenere un prodotto di eccellente qualità.

Il processo produttivo è stato progettato e realizzato per garantire il raggiungimento di elevati standard qualitativi delle proprietà organolettiche, del sapore e consistenza delle carni, della qualità nutrizionale, del rapporto bilanciato tra proteine e grassi, della sicurezza alimentare, corretta alimentazione, assenza di contaminanti e di organismi geneticamente modificati (OGM), e della qualità igienico sanitaria, dovuta ad assenza di trattamenti disinfettanti e antibiotici.

L'allevamento ittico nel Golfo di Alassio nasce nel 2002 con la posa delle gabbie off-shore sommergibili ad una profondità di 50 metri e la semina di avannotti di spigole e saraghi. Il Golfo di Alassio è caratterizzato da acque pulite e correnti forti e costanti che consentono al pesce allevato di vivere in un ambiente con costante ricambio d'acqua che apporta grandi quantità di ossigeno, plancton e altri nutrienti. Il pesce è indotto a muoversi in continuazione per far fronte alle correnti marine, consentendo l'ottenimento di prodotti con carni sode e prive di grasso. Le ridotte dimensioni dell'impianto permettono di seguire ogni singolo processo produttivo, dalla scelta degli avannotti al trasferimento in mare aperto, dove i pesci sono allevati con mangimi di prima scelta certificati.
La vicinanza dell'impianto alla costa permette di prelevare solo la quantità richiesta dal mercato locale al momento dell'effettiva richiesta, consentendo al pesce di arrivare sulle tavole dei consumatori dopo poche ore dalla pesca garantendone la completa freschezza.

Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.