psr2014-2020

psr2014-2020 (61)

Cosa è il GAL?
E’ un gruppo di soggetti, pubblici e privati (partenariato) che si accordano per promuovere lo sviluppo di un determinato comprensorio rurale della Liguria.
Cosa fanno i GAL?
Ogni GAL approva una Strategia di Sviluppo Locale (SSL), che si traduce in un insieme coordinato di interventi per lo sviluppo locale. Gli interventi possono riguardare i diversi settori dell’economia locale e il miglioramento dei servizi per la popolazione.
Dove operano i GAL?
Le strategie di sviluppo locale possono essere attuate unicamente nelle zone rurali della Liguria. In Liguria gli unici Comuni rimasti esclusi sono Imperia, Genova e La Spezia.
Chi finanzia i GAL?
I GAL sono finanziati dal Programma regionale di Sviluppo Rurale (PSR), misura 19, con circa 25 milioni di euro. I fondi del PSR provengono dall’Unione europea, attraverso il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), dallo Stato e dalla Regione.
Quanti sono i GAL in Liguria?
In Liguria nel periodo di programmazione 2014-2020 si prevede di selezionare 5 GAL.

Provincia di Imperia

GAL Riviera dei Fiori
Strategia di sviluppo locale: Terra della taggiasca: le vie dei sapori, dei colori e della cucina bianca
Sede: c/o Azienda speciale della C.C.I.A.A PromoRiviere di Liguria
via Tommaso Schiva, 29 - 18100 Imperia
tel: 0183-793280 - 0183-793265 - 0183-767428 
e-mail: progetti.comunitari@rivlig.camcom.it PEC: postcert@pec.promimperia.it

Provincia di Savona

GAL Valli Savonesi
Strategia di sviluppo locale: Più valore all’Entroterra
Sede: c/o Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Riviere di Liguria
via Quarda superiore n.16 - 17100 Savona
tel: 0182-554949 - fax: 0182-50712
e-mail: vallisavonesi.gal.info@cersaa.it - vallisavonesi.gal.direzione@cersaa.it PEC: cersaa.direzione@pcert.postcert.it

Provincia di Genova

GAL Agenzia di sviluppo GAL Genovese
Strategia di sviluppo locale: Qualità & Sviluppo
Sede: c/o Palazzo Ducale (2° piano) piazza Matteotti, 9 - 16123 Genova (GE)
tel: 010-8683242
e-mail: info@appenninogenovese.it PEC: gal.genovese@cert.cna.it 
sito internet: www.agenziadisviluppogalgenovese.com 
pagina facebook: Strategia per l'Entroterra Genovese "Qualità & Sviluppo" PSR 2014/2020

GAL Verdemare Liguria
Strategia di sviluppo locale: “Verdemare Liguria”
Sede legale: c/o Ente PARCO ANTOLA Villa Borzino – 16012 Busalla (GE)
Sede scientifica via N.S. Provvidenza 3, La Torriglietta – Torriglia (GE)
tel: 010-944175 - 010/944175 - 3387106981 – fax 010 9453007
e-mail: protocollo@parcoantola.it PEC: parcoantola@pec.it

Provincia della Spezia

GAL Provincia della Spezia
Strategia di sviluppo locale: “SSL Montagne, Coste e valli Spezzine”
Sede: c/o Amministrazione Provinciale della Spezia Palazzo del Governo
via V. Veneto n. 2 – 19124 - Spezia
tel: 0187-7421-307-229
e-mail: galprovinciaspezia@gmail.com PEC: gal.provincia.laspezia@legalmail.it

A breve disponibili i bandi per l'accesso ai finanziamenti previsti in attuazione delle Strategie di Sviluppo Locale.

Qui di seguito è possibile scaricare tutta la documentazione.

La Regione Liguria con la delibera di Giunta n.1115 dell'1 dicembre 2016 ha stabilito le "Disposizioni sull'ammissibilità delle spese relative allo sviluppo rurale". Si tratta di disposizioni a carattere orizzontale che riguardano tutte le misure del Psr 2014-2020.

Successivamente all'approvazione del Comitato di Sorveglianza, le relazioni annuali di esecuzione sono oggetto di approfondito esame da parte dei servizi della Commissione europea. Da questa sezione è possibile accedere alle relazioni annuali di esecuzione (RAE) come integrate a seguito delle osservazioni formulate dai suddetti servizi.

1) Liberi Professionisti: estensione della procedura di accesso esclusivo all’area riservata del Portale SIAN tramite SPIDL’AGEA aderisce al Sistema Pubblico di identità Digitale (SPID), di cui all’art. 64, comma 2bis del D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale).
L’accesso all’area riservata del Portale SIAN, quindi, è consentito anche attraverso credenziali SPID, oltre che con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e credenziali SIAN (username e password).
Il Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione ICT (Information and Communications Technology) di AgId (Agenzia per l’Italia digitale) prevede, a regime, l’utilizzo esclusivo di SPID, quale sistema di identificazione ai servizi online, ai sensi dell’art. 64 del CAD.
L’Organismo Pagatore Agea ha già disposto l’obbligo di accesso tramite SPID livello 2 per gli operatori dei Centri di Assistenza Agricola (CAA).
 
Al fine di ottemperare alle raccomandazioni del Responsabile del Progetto Antifrode dell’Organismo Pagatore Agea, anche per gli aspetti legati alla conformità alla norma ISO 27001 e al GDPR Privacy, si rende necessario estendere l’obbligo di accesso all’area riservata del Portale SIAN, esclusivamente tramite SPID, anche agli utenti inseriti nell’Ufficio denominato “Liberi professionisti”, che attualmente accedono tramite le credenziali rilasciate dal Responsabile delle Utenze della Regione Liguria. Si comunica che il suddetto vincolo di accesso esclusivo tramite SPID verrà reso operativo a far data dal 30 settembre 2019. Quindi a partire dal 30 settembre 2019 viene avviato un processo automatico di conversione che trasforma le utenze dei professionisti in SPID/CNS e non consente più di utilizzare le credenziali SIAN.
 
Per le novità introdotte dalla gestione di utenze di tipo SPID, AGEA ha predisposto un documento in allegato (“Istruzioni Operative SPID”) in cui viene spiegato cosa cambia.
I nuovi utenti liberi professionisti potranno invece essere definiti solo con utenze SPID/CNS; un nuovo utente SPID/CNS viene guidato ad una procedura di primo accesso diversa: non riceve più la password di accesso ed i moduli di gestione della password SIAN, ma deve comunque scaricare il modulo di accettazione di responsabilità e restituirlo al Servizio Gestione Utenti per poter operare.
 
2) Procedura di accesso Utenti delle Pubbliche Amministrazioni
La procedura di abilitazione al SIAN, il Sistema Informativo Agricolo Nazionale, si compone di due fasi principali: la richiesta di credenziali alla Regione e la registrazione al portale.
I dipendenti delle pubbliche amministrazioni che, per esigenze di lavoro, hanno la necessità di accedere ai servizi SIAN devono richiedere al Settore Politiche Agricole e della Pesca della Regione Liguria le credenziali per l'autenticazione (nome utente e password).
La richiesta deve essere formulata tramite un apposito modulo, dove vanno indicate anche le funzioni da attivare, e corredata dei documenti necessari. Il richiedente riceve quindi per posta elettronica i dati per effettuare il primo accesso all'area riservata del portale http://www.sian.it e può procedere ad effettuare i passi necessari per l'attivazione dell'utenza. Alla successiva autenticazione riceve dal SIAN i moduli relativi alla registrazione e autorizzazione all'accesso ai servizi. Dopo aver effettuato l’accesso all’area protetta del SIAN il richiedente deve poi completare le informazioni del "profilo utente" e richiedere il "PIN STATICO" inserendo la PW di ripristino. Il PIN statico è necessario per poter completare il rilascio delle domande dematerializzate in ambito PSR (con firma elettronica del beneficiario). Nel caso la PW di ripristino non sia nelle disponibilità del tecnico, per l'ottenimento del PIN statico, si può inviare una mail a sian@regione.liguria.it dopo avere verificato che il profilo utente sia completo di mail e cellulare.
Tutte le informazioni necessarie al corretto svolgimento della procedura di registrazione sono contenute nelle istruzioni scaricabili qui di seguito. Per maggiori informazioni, o variazioni alla richiesta, occorre inviare una e-mail a: sian@regione.liguria.it.
 
DELEGA dall'azienda al professionista
Il professionista abilitato alla presentazione di domande di Sviluppo Rurale sul SIAN, per poter operare per conto delle aziende che intendono presentare tramite di lui domande di finanziamento sulle diverse misure del PSR, deve trasmettere al Settore Politiche Agricole e della Pesca della Regione Liguria un atto di delega, utilizzando il modello qui disponibile, nel quale il beneficiario specifica la misura e soprattutto il bando per il quale intende delegare il professionista a presentare domanda per suo conto.
Il modello, scaricabile di seguito in formato .pdf, va spedito o inviato tramite PEC alla casella protocollo@pec.regione.liguria.it e da una casella di posta elettronica normale (non PEC) alla casella sian@regione.liguria.it.
Nel testo della mail devono essere indicati il codice CUAA (Codice Unico di identificazione Aziende Agricole) del delegante e il Codice Fiscale del tecnico delegato.
 
Dematerializzazione delle domande PSR
I bandi del PSR possono prevedere la dematerializzazione delle domande che si concretizza con la firma elettronica da parte del beneficiario delle stesse e la consegna in modalità telematica anziché in modalità cartacea. Il sistema di firma elettronica in uso sul portale SIAN è la "One Time Password" - OTP. Si tratta di un codice temporaneo inviato sul cellulare del beneficiario che, inserito sul portale SIAN a completamento della domanda, costituisce la firma della domanda stessa. Le modalità per ottenere la propria OTP sono descritte sul portale SIAN e si riassumono di seguito.
Per ottenere l'OTP il beneficiario deve possedere un PIN che si richiede tramite portale SIAN attraverso la funzione di registrazione da effettuarsi al momento dell'accesso all’area riservata.
Prima di chiedere il PIN è necessario verificare che l’indirizzo mail indicato dal beneficiario nel fascicolo aziendale sia corretto.
In caso di assenza di indirizzo mail nel fascicolo aziendale il PIN viene inviato in modalità cartacea all'indirizzo postale del richiedente.
In caso di indirizzo mail errato il PIN sarà inviato, ma ovviamente non sarà mai recapitato dal richiedente. Non esiste una procedura automatica di recupero del PIN. Per cui coloro che non ricevono il PIN devono inviare una segnalazione all'Help Desk del SIAN (helpdesk@l3-sian.it) indicando un indirizzo mail valido a cui recapitare il PIN e allegando una copia del documenti di identità del richiedente.
I CAA sono abilitati ad uno specifico servizio per la registrazione degli utenti qualificati. Con questa modalità (denominata assistita) non è necessario il PIN del richiedente in quanto il riconoscimento viene effettuato "de visu" dal CAA e l'indirizzo email cui verranno inviate le credenziali è impostato dall'operatore CAA.

Qui di seguito è possibile scaricare tutta la documentazione relativa all'incontro.

Pagina 4 di 7
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109 - Privacy

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.