Bagolaro (Celtis australis Linneo) - 03-G605

Bagolaro: foto di G.Paola (Dipteris Univ.Ge) Albero alto sino a 25 m, dal portamento eretto e tronco dritto. La corteccia è liscia di colore grigio chiaro. Le foglie sono seghettate e con forma ovato-lanceolata, disposte in modo alterno sui rametti. I fiori sono giallastri, disposti in piccoli grappoli. I frutti sono drupe di colore scuro.
E' una specie spontanea in tutta l'area mediterranea, diffusa dall'Europa meridionale, Africa settentrionale, sino all'Asia occidentale. In Italia si trova soprattutto nelle zone temperate; piuttosto rustico, si adatta anche a terreni aridi e preferisce quelli calcarei; non tollera i geli troppo intensi e prolungati e vegeta bene anche su suoli pietrosi.
E' diffuso nelle città come specie ornamentale per il rapido accrescimento e la tolleranza all'inquinamento.
Il legno è duro, diritto e resistente, adatto per bastoni da passeggio e manici. Buono per il carbone. La corteccia si usava per tingere di giallo.
Celtis è uno degli antichi nomi del loto, usato da Linneo per questo genere in base ad una vaga descrizione di Plinio; australis significa che la specie proviene dalle regioni meridionali dell'Europa.
  • Tipologia: Gruppo
  • Sinonimo nome comune: Spacca sassi
  • Comune: Pietra Ligure
  • Provincia: SAVONA
  • Località: Trabocchetto
  • Indirizzo: Via della Cornice
  • Altezza: 22,0 (med) 22,0 (max) metri
  • Diametro del fusto: 290 (med) 330 (max) cm.
  • Numero piante: 1
  • Latitudine: 44°09'00,17"
  • Longitudine: 8°16'54,79"
Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.