Mosciamme

Preparazione: il mosciamme si conserva molto bene sotto vuoto e si consuma tagliato in fettine sottilissime dopo averlo ammorbidito in una marinata di olio extra vergine di oliva, ma già da sé rappresenta una esperienza gastronomica molto particolare. È inoltre elemento fondamentale della capponadda e complementare del cappon magro.

Una precisazione sul mosciamme: originariamente era filetto di delfino essiccato ma oggi la pesca di questo mammifero è vietata viene pertanto sostituito con quello di tonno, assumendo però un sapore decisamente meno delicato. Potete quindi sostituirlo con la bottarga, uova di pesce essiccate, pressate e stagionate: le uova dovrebbero essere di cefalo. Anche in questo caso esiste la versione che utilizza le uova del poliedrico e generoso tonno.

Facebook
Pin It
  • Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova tel. +39 010 548.51 - fax +39 010.548.8742
    numero verde gratuito Urp 800 445.445 © Regione Liguria p.i. 00849050109

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.